VENEZIA Imp.le

SERENISSIMA REPUBBLICA VENETA



Thiene, 12/04/09


Centinaia di manifesti stampati in giallo e nero da cm 70x100 sono stati affissi nelle seguenti città: Bassano del Grappa, Castelfranco Veneto, Thiene e Cittadella; vedi dal Giornale di Vicenza del 4 Febbraio 2009.

E' dal 1992 che avete preso la Carega a Roma: provate a fare un po' di conti quanto ad oggi ci sieti costati privilegi inclusi. Da quella data, in varie occasioni, ho versato diversi soldi per la Lega Nord, ed essere socio fondatore dell'Etere Padano il quale parla solo Lombard.

Voi Lombard da bravi pensate solo all'Expò 2015 e a come gestire miliardi che verranno impiegati per le opere nel Vs territorio, ecco il perchè dei Vs silenzi, però sappiate che ormai non è più lontano il giorno dell'ammutinamento fiscale del popolo Veneto, quindi quei soldi li dovrete sborsare di tasca Vs.. Vi suggeriamo che al prossimo Settembre non pensiate a venire a rinnovare la pagliacciata a Venezia, noi a Venezia non vogliamo ne traditori Veneti tanto meno bandiere di gente straniera. Noi Veneti con la presente ci appelliamo a questa Corte Suprema Internazionale di Giustizia dell'Aia affinchè si adoperi a restituire la propria libertà di Indipendenza alla nostra Serenissima Repubblica Veneta Venezia Imp.le riconoscendole tutti i Poteri di Nazione a questo martoriato popolo del quale viene ricordato centinaia anni prima del sorgere dell'Impero Romano: dotato con la sua propria lingua e alfabeto con la tipologia Runica Etrusco con la sua storia senza pari al mondo di grande Cultura e Civiltà che a nessuno sarà permesso ad ignorare, quindi Voi Grandi come potete permettere che questo meraviglioso popolo debba sottostare oltre ad un potere fallito di pulce Italia residuo ignobile di frammento di quanto è rimasto dai Criminali traditori disertori Savoia. Voi non siete i veri tutori della Libertà dei popoli siete responsabili nell'avere inventato l'Euro che ha fatto più poveri i diseredati; pure la globalizzazione che ha tolto la libertà di azione ai popoli, cos'altro avete in mente di fare nel prossimo avvenire.

Noi vogliamo con forza della coscienza umana che la nostra madre Patria Veneta torni libera con Venezia Imp.le con il sacrosanto diritto a Venezia Lagunare quale Porto franco con la Zecca e la sua bella moneta dei Dogi del VI Secolo con Ducati d'oro e aggiungiamo che non sia più detto dai ladroni politici che noi siamo razzisti perchè il vero razzismo è quello di chi ti razzia tutto il frutto del proprio lavoro. Pure il Vangelo recita così: dovrai guadagnarti il pane con il sudore della propria fronte. "No con il sudore della fronte altrui"

Poi, nella nostra S. Venezia lagunare non sia più luogo di manifestazioni politiche: esclusivamente feste allegoriche.

Con tanti saluti dalla Nazione Veneta Libera